Dove vai se il trench non hai?


Come potete vedere questa puntata non è un mai più senza e a questo punto vi starete chiedendo il perché e vi rispondo con una domanda: alzi la mano chi non ha il trench? E si vergogni anche un pochino. L’impermeabile più pratico, classico e anche famoso non può mancare dall’armadio di nessuna(o) di noi.
Come disse Michael Kors, “metti un trench e all’improvviso ti senti Audrey Hepburn che passeggia lungo la Senna”. Ah, l’amour!!! e perché ci sente così dive con il trench? Perché se è favoloso, quello che indosserete sotto passa in secondo piano.
Avete in mente la classica femme fatale nei film noir? L’assassina che nasconde la pistola? Vi ricordate per caso cosa portava sotto l’impermeabile? Io mai perché non aveva più importanza, anzi non volevo che se lo togliesse, mi sembrava l’unica cosa che potesse indossare per rimanere in incognito, aggirandosi guardinga. Probabilmente grazie ai film il trench evocherà sempre un senso di mistero. Così ogni volta che vi sentite un po’ ombrose, imperscrutabili o che la giornata sia uggiosa (come oggi a Milano) il trench fa il caso vostro. Aggiungete il vostro strepitoso paio di occhiali da sole et voilà!
A meno che non siate delle profughe della banda Ocean’s Twelve vi consiglierei di evitare anche il cappellino, se fate parte del gruppo telefonatemi asap.
Note: naturalmente il classico (essendo nato in trincea) è in gabardine beige ma potete osare con dei colori vivaci o anche metallizzati.

  • Per chi ama il classico: Burberry se il budget ve lo permette ma Zara e Mango vi tirano fuori dei guai a partire de €100.
  • Per chi vuole rischiare: uno sguardo a Viktor&Rolf o a Derek Lam.
  • Per chi ama i colori: Juicy Couture, Tommy Hilfiger o Gap.
  • Per chi preferisce il metallizzato: Burberry (ancora) e Stella McCartney.
Besitos nuvolosi.


Commenti

Post popolari in questo blog

Never again without… Ankle Booties.

Mai più senza… Caftano.